Pages Menu
Categories Menu

COME FARE PER

Utilizzo di immagini di beni culturali per riproduzioni a scopo commerciale
Affittare spazi nei siti statali
Studiare un’opera d’arte
Fotografare e riprendere opere e beni culturali
Chiedere in prestito beni culturali per mostre ed esposizioni
Vendere, donare e dare in comodato beni culturali
Richiedere la Garanzia di Stato
Richiedere la dichiarazione di rilevante interesse culturale o scientifico

Autorizzazione uscita definitiva opere d'arte contemporanea (art. 65, comma 4 del Codice)

Chi intende esportare opere d'arte contemporanea (opere di autori viventi o la cui esecuzione non risalga ad oltre settanta anni) dovrà attenersi al dispositivo previsto al comma 4 del Codice;

Licenza esportazione o spedizione temporanea beni culturali (artt. 66-67 e 71 del Codice)
Viene richiesta per l'uscita di beni culturali, che non rientrano nel regolamento CEE 3911/92, di cui all'allegato A del D.Lgs 42/04, e per opere soggette a divieto di esportazione destinate a manifestazioni culturali, mostre ed esposizioni, previa autorizzazione del MiBACT.
Attestato libera circolazione beni culturali (art. 68 del Codice)
Viene richiesto per l'esportazione /spedizione definitiva di beni culturali di proprietà privata che non siano stati dichiarati dal MiBACT di interesse particolarmente importante o di eccezionale interesse, ha validità di trentasei mesi dalla data di emissione; tale autorizzazione può essere negata, con motivato giudizio, dall'Ufficio Esportazione. Il diniego comporta l'avvio del procedimento di dichiarazione, ai sensi dell'articolo 14 del Codice. A tal fine, contestualmente al diniego, sono comunicati all'interessato gli elementi di cui al suddetto articolo 14, comma 2, e le cose o i beni sono sottoposti alla disposizione di cui al comma 4 del medesimo articolo.
Certificato importazione/spedizione temporanea beni culturali(art. 72 del Codice)
I certificati di avvenuta spedizione e di avvenuta importazione attestano l'ingresso di un bene culturale sul territorio nazionale, sono rilasciati sulla base di documentazione idonea ad identificare la cosa o il bene e a comprovarne la provenienza dal territorio dello Stato membro o del Paese terzo dai quali la cosa o il bene medesimi sono stati, rispettivamente, spediti o importati. Tali certificati hanno validità quinquennale e possono essere prorogati su richiesta dell'interessato. Con decreto ministeriale possono essere stabilite condizioni, modalità e procedure per il rilascio e la proroga dei certificati, con particolare riguardo all'accertamento della provenienza della cosa o del bene spediti o importati.
Licenza esportazione beni culturaliI dal territorio dell'Unione Europea(art. 74 del Codice)
Viene richiesta per le esportazioni definitive/temporanee di tutti i beni culturali che rientrano nel campo di applicazione del regolamento CEE 3911/92 di cui all’allegato A del Codice. La licenza di esportazione prevista dall'articolo 2 del regolamento CEE è rilasciata dall'ufficio di esportazione contestualmente all'attestato di libera circolazione, ovvero non oltre trenta mesi dal rilascio di quest'ultimo da parte del medesimo ufficio. La licenza è valida sei mesi.